ANDARAS Traveling Film Festival 2022 – La selezione ufficiale.

L'Andaras Traveling Film Festival si avvicina, e dopo un lungo processo di selezione tra centinaia di opere, possiamo dire che la quarta edizione sarà ricca di cortometraggi di altissima qualità.

Rispetto agli anni scorsi è stato registrato con piacere un aumento di opere di registe donne, una forte partecipazione da parte del Brasile e come new entry ci saranno paesi come Pakistan, Libano, Cina e Sudan.

La caratteristica che accomuna molte delle opere in concorso è il racconto di storie intime e personali, ritratti di persone e situazioni molto diverse tra loro ma indagate con uno sguardo al tempo stesso profondo e delicato.



Anche quest'anno continua la partnership con SlowFood, grazie alla quale avremo una giuria di esperti che selezionerà i vincitori della categoria dedicata ai corti documentari e di fiction ispirati al tema del cibo e ciò che gli ruota intorno.

Una novità, invece, sono le categorie “TO THE CENTER OF THE EARTH”, nate in onore del titolo di Andaras 2022: “viaggio al centro della Terra”. Sarà dunque un'edizione che ci porterà in un immaginario di scoperta, ma anche di rincontro e riappropriazione di un rapporto stretto con il pianeta che ci ospita.

Il nostro viaggio continua verso grandi orizzonti: stiamo preparando un'edizione che non deluderà gli avventori e i nuovi amici di Andaras Traveling Film Festival, con degustazioni, momenti musicali e tanto altro nella splendida cornice tra il mare e i monti del Sulcis.

Vi aspettiamo dall'11 al 16 luglio a Fluminimaggiore e Buggerru.

Restate all'erta per tutte le novità sul programma!



Ecco tutti i finalisti dell'Andaras Traveling Film Festival 2022:

Super Shorts cortometraggi sia di fiction che documentaristici della durata massima di 180 secondi:

Le monadi - Stefano Virgilio Cipressi (Italy, 2')

Be Wild: Around The World - Yulia Kuznetsova (Russian Federation, 3')

NYC! Sound (Back) On - Gilad Avnat, Stav Nahum (Israel, 1'15'')



Docu-Shorts cortometraggi non di fiction della durata massima di 30 minuti:


L’asino che vola - Marco Piantoni (Italy, 20')

DERACINÉES - Olga Prud’Homme (France, 11')

PUSHING THE LIMITS - Pablo Hernán Aulita (Argentina, 30')

MINORS - Juan Trueba (Spain, 13')


Narrative Shorts dedicata a cortometraggi di fiction della durata massima di 25 minuti:


ReImagine - Gianluca Mangiasciutti (Italy, 11'48'')

Being My Mom - Jasmine Trinca (Italy, 11'50'')

TRUMPETS IN THE SKY - Rakan Mayasi (France, 14'59'')

SPIDER - Nash Edgerton (Australia, 9'21'')

Lili alone - Zou Jing (China, 22')


Gazes from the World categoria dallo stile libero dedicata a cortometraggi sperimentali, di finzione e documentaristici con durata massima di 20 minuti:


You Can’t Automate Me - Katarina Jazbec (Netherlands, 20'')

Shero - Claudio Casale (Italy, 14'34'')

Heritage of Mankind - Davide Ludovisi (Italy, 8'21'')

HARRIER - Ciara Flint (United Kingdom, 15')

CONRADO SR - Guillermo Alvarez Chaia (Spain, 13')


Animation cortometraggi di animazione della durata massima di 15 minuti:


Old Hag - Julie Rembauville, Nicolas Bianco-Levrin (France, 7'37'')

You Must Have Come From Hell - Hayfaa Chalabi (Sweden, 5'22'')

LET GO - Star Bazancir (Sweden, 3')

Asie - Mahan Khomamipour (Iran, Islamic Republic of, 10'04'')


Andaras Noas (Nuovi Sentieri)

dedicata a storie di finzione, di massimo 25 minuti, che raccontano il momento prima dell'inizio di un nuovo viaggio:


Big - Daniele Pini (Italy, 14')

The Look - Mehran Ghorbani (Iran, Islamic Republic of, 9'10'')

Khadiga - Morad Mostafa (Egypt, 19'55'')

Warsha - Dania Bdeir (Lebanon, 15')

SPECIAL SLOW FOOD CATEGORIES

Narrative Short Food dedicata a cortometraggi di fiction della durata massima di 20 minuti a tema “food”:


Minniau - Michela Anedda (Italy, 2'33'')

LOST KINGS - Brian Lawes (United States, 15')

The Pitch - Eno Freedman Brodmann (United States, 8'10'')


Docu-Short Food cortometraggi non di fiction della durata massima di 30 minuti a tema “food”:


Heirloom - Michela Maria (United States, 27'35'')

In Good Faith - Andrea Yu-Chieh Chung (United States 11'25'')

Goodbye strawberry - Haroon Habib (Pakistan, 3')

TO THE CENTER OF THE EARTH” CATEGORIES

Narrative Earth Short dedicata a cortometraggi di fiction della durata massima di 20 minuti con tematiche ambientali:


STONE HEART - Humberto Rodrigues (Brazil, 9')

Flight to earth - Ignacio Rodó (Spain, 6')

Footsteps on the Wind - Maya Sanbar, Gustavo Leal, Faga Melo (Brazil, 7'5'')

L'impianto umano - Andrea Sbarbaro (Italy, 11'06'')


Docu Earth Short cortometraggi non di fiction della durata massima di 30 minuti con tematiche ambientali:


Total Disaster - Keil Orion Troisi, Molly Gore (United States, 11'28'')

Ka Manō Moana - Lotte Twaalfhoven (Netherlands, 6'20'')

Wildfire - Shyam Karki (Nepal, 10')

The Resilient - Julie Lunde Lillesæter (Norway, 27'59'')

A Tree A Minute: for 24 hours. - Beau Miles (Australia, 17'53'')


Children of the Earth cortometraggi con tematiche ambientali con protagonisti bambini e ragazzi:


The Little Shepherdess - Maria Giménez Cavallo, Nathanaëlle Gerbeaux (France, 10')

Al-Sit - Suzannah Mirghani (Sudan, 20')

At night there were stars - Gabriele Meloni, Giovanni Pintus (Italy, 12'57'')