ANDARAS AWARD WINNERS – tutti i vincitori della terza edizione del festival

Ieri si è conclusa la terza edizione dell'Andaras Traveling Film Festival – Tutti i Sapori del Viaggio, un'edizione che si è svolta tra proiezioni e degustazioni ogni sera in una location diversa lungo la splendida Costa delle Miniere, tra i comuni di Fluminimaggiore e Buggerru.

Hanno arricchito il cartellone dell’Andaras gli incontri pubblici con artisti, attori, fotografi, film-maker, reporter, in uno scambio continuo di esperienze con chi ha messo al centro del proprio percorso artistico il tema del viaggio: la pluripremiata fotografa Shobha, l’attrice sarda Enrica Pintore, la Fondazione Pangea Onlus, il regista Matteo Incollu e l’attore Felice Montervino. Prezioso l’intervento del regista iraniano Mahan Khomamipour presente ad Andaras con il suo film Simulation of Mr. Yellow, interamente girato ad Aleppo durante l’occupazione dell’ISIS.


Unanime la soddisfazione espressa dagli organizzatori a partire dall’ideatore di Andaras nonché sindaco di Fluminimaggiore, Marco Corrias: “Il successo della terza edizione di Andaras è la conferma che il nostro territorio è un luogo d’elezione per eventi culturali di respiro internazionale. La selezione dei film in concorso, che ha visto opere da tutto il mondo, tra cui alcuni titoli proveniente dai più prestigiosi festival di Cinema, ha convinto il pubblico che si è lasciato deliziare dalle iniziative Slow Food. Una collaborazione che è solo l’inizio di un percorso che porterà Fluminimaggiore ad essere una delle tappe del nuovo progetto SlowFood Travel”.


“Questa terza edizione - aggiunge il direttore artistico Joe Juanne Piras- è andata anche oltre le aspettative. Gli ospiti, i giurati, i registi che sono venuti a trovarci hanno partecipato assieme al pubblico non solo alle proiezioni ma anche a tutte le Andaras Experience, ovvero attività extra di location scouting, degustazioni, yoga in spiaggia e workshop di fotografia. Questa è la prova che il Cinema è un’esperienza che va oltre la narrazione sullo schermo e che coinvolge pubblico e territorio”. 
Bilancio positivo anche per Maria Paola Pisanu, Presidente dell'Associazione Culturale Andaras che conclude: “Attraverso l’offerta cinematografica siamo riusciti ancora una volta a valorizzare il nostro territorio con le bellezze naturali, paesaggistiche, archeologiche e con il buon cibo. Non vediamo l’ora di metterci al lavoro per preparare la prossima edizione”.


La terza edizione dell’Andaras Traveling Film Festival è stata dedicata a un personaggio storico che ha contribuito a cambiare l’idea del viaggio, ovvero l’aviatrice statunitense Amelia Earhart che per prima sorvolò nel 1928 l'Oceano Atlantico entrando così nella leggenda.


Ecco le opere vincitrici:


BEST SUPER SHORT

LEO di Moein Rooholamini / Islamic Republic of Iran

Per la capacità di condensare in sessanta secondi esatti, talento, intelligenza, sensibilità, interpretazione, pathos, e colpo di scena finale, insomma di cinema.









BEST DOCU-SHORT

NOBODY DIES HERE di Simon Panay / France


Un film asciutto, pensato. Un’opera che non infiocchetta la realtà e racconta la miniera d'oro di Perma, in Benin, conservando il senso dell'umanità che abita quella realtà e ne illumina i luoghi, attraverso angolazioni insolite.







BEST NARRATIVE SHORT

SO WHAT IF THE GOATS DIE di Sofia Alaoui / France


Racconto di un evento planetario, osservato dal punto di vista degli abitanti di un luogo remoto e lontano dall'immaginario cinematografico legato alla fantascienza classica, sullo sfondo del rapporto padre-figlio che diventa il confronto tra due generazioni distantissime tra loro.





BEST ANIMATION

SONG SPARROW di Farzaneh Omidvarnia / Islamic Republic of Iran


Per la cura e l’attenzione al dettaglio con cui la regista ha scelto di raccontare il viaggio più drammatico: quello di un gruppo di migranti, che parte carico di aspettative e speranze, tra balli e canti, e finisce i