• Nero Twitter Icon
  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon

© 2020 Andaras Film Festival

  • Andaras Film Festival

15 Film per Viaggiare anche Restando a Casa

Sono giorni particolari questi, tanti di noi si trovano tra le mura domestiche ed ecco che noi dell'Andaras Traveling Film Festival abbiamo voluto fare una piccola lista delle produzioni dedicate al cinema di viaggio. Se anche a voi è capitato di sentirvi i protagonisti di queste storie, di volare lontano con la mente, è il momento di ripartire. Non è una classifica, ma un elenco delle opere per noi significative, soprattutto in questo particolare momento storico. Tra i tanti film ai quali siamo affezionati, ne abbiamo scelti 15 con la speranza che possano tenervi compagnia in questi giorni da passare in casa.




GREEN BOOK

Divertente e commovente, capace di far riflettere, è la storia vera di Don Shirley, pianista afroamericano di fama mondiale, che nel 1962 deve intraprendere una tournée nel profondo Sud del paese. Bisognoso di un autista che gli faccia anche da guardia del corpo, recluta Tony Lip, un duro buttafuori del Bronx.

Vincitore di tre premi Oscar.

Con Viggo Mortensen e Mahershala Ali.





INTO THE WILD

Toccante e introspettivo, racconta la vera storia di Christopher McCandless, detto Alex Supertramp. Christopher, dopo aver conseguito la laurea nel 1992, decide di abbandonare ogni cosa per andare a vivere tra i ghiacci dell'Alaska. È un film che ci mette davanti alle contraddizioni del mondo contemporaneo, una bella storia capace di ispirare.

Con Emile Hirsch, diretto da Sean Penn, colonna sonora di Eddie Vedder.





LION

Anche in questo caso si tratta di una storia vera e incredibile. Il film racconta la vita di Saroo, un bambino di Madras in India che a 5 anni finisce sul treno sbagliato e si perde a Calcutta. Ritrovato dalle autorità, non riesce a spiegare il suo luogo di provenienza, ha soltanto in mente l'immagine della stazione dalla quale era partito. Viene quindi adottato da una coppia australiana. Molti anni dopo, ormai adulto, decide utilizzando Google Earth di analizzare una per una tutte le stazioni ferroviarie dell'India finché non riesce a trovare quella giusta e parte alla ricerca della sua famiglia biologica.

Candidato a sei premi Oscar.

Con Dev Patel, Nicole Kidman e Rooney Mara.





AMERICAN LIFE (AWAY WE GO)

In attesa del loro primo figlio, una coppia si mette in viaggio, attraversando gli Stati Uniti, alla ricerca di un luogo dove cominciare la loro nuova vita.

Film intimista, leggero e coinvolgente e soprattutto divertente, diretto da Sam Mendes, con Maya Rudolph e John Krasinski.

Colonna sonora eccezionale!





UNA STORIA VERA

Forse il film meno Lynchiano diretto da David Lynch, ma comunque una pietra miliare per chi ama questo genere di storie. Il film racconta la storia vera di Alvin Straight, un contadino dell'Iowa che all'età di 73 anni intraprese un lungo viaggio, a bordo di un tosaerba, per raggiungere il fratello gravemente malato.

Nel 1994, Alvin Straight, percorse poco più di 380 km, alla velocità di 8km/h, in 6 settimane.

Ultimo film interpretato da Richard Farnsworth, diretto appunto da David Lynch

(nota curiosa, il titolo originale è “The Straight Story”, e gioca sui diversi significati della parola straight in inglese. Il film diventa quindi sì “la storia di Straight”– Alvin –, ma anche “La storia vera” - quale effettivamente è -, o ancora “La storia dritta” - alludendo agli infiniti rettilinei percorsi da Alvin a bordo del suo trattorino -, e ancora “La storia giusta” - per via del tema del film e della scelta fatta dal protagonista).





SETTE ANNI IN TIBET

Film cult del 1997, con un sempre bravissimo Brad Pitt, racconta la storia vera di Heinrich Harrer, arrogante scalatore tedesco, appartenente al partito nazista, il quale viene scelto dal governo tedesco per scalare le montagne dell'Himalaya. Dopo una serie di disavventure, si ritrova in Tibet e diventa amico del Dalai Lama, conquistando una vetta ben più difficile: l'umiltà e la coscienza di sé.

Film drammatico, diretto da Jean Jaques Annaud. Per spiriti avventurieri e romantici. Con Brad Pitt e David Thewlis.





RITORNO AL FUTURO (la trilogia)

Trilogia cult (il primo film è del 1985) e che non ha bisogno di presentazioni, diretta da Robert Zemeckis, prodotta da Steven Spielberg, con gli indimenticabili Michael J. Fox e Christopher Lloyd. Se non l'avete mai vista, questo è il momento di farlo. Se l'avete già vista, bé, allora sapete perché vale la pena riguardarla!





LITTLE MISS SUNSHINE

Film divertente e commovente, vincitore di due premi Oscar (miglior sceneggiatura originale, e miglior attore non protagonista per Alan Arkin), racconta la storia di una famiglia strampalata, gli Hoover, che si mettono in viaggio, a bordo di un furgone traballante e scalcinato, per accompagnare la figlia più piccola, Olive, al concorso di bellezza “Little Miss Sunshine”. Tra mille peripezie e riflessioni, la famiglia dovrà rimettere in discussione gli equilibri interni per poter trovare un po' di serenità

Con Abigail Breslin, Paul Dano, Alan Arkin, Steve Carell, Toni Collette e Greg Kinnear.

Diretto da Valerie Faris e Jonathan Dayton.





WILD

Reese Witherspoon (premio Oscar per “Quando l’amore brucia l’anima”) porta sul grande schermo l'incredibile e straordinaria storia di Cheryl Strayed, una giovane donna che, dopo la tragica morte della madre e il naufragio del suo matrimonio, ha percorso oltre mille miglia lungo il sentiero delle Creste del Pacifico affrontando e sconfiggendo, in un viaggio pericoloso e solitario, i suoi demoni e le sue paure.

Una storia forte e intensa, diretta da Jean Marc Vallée, con Reese Witherspoon, Laura Dern (Oscar per la miglior attrice non protagonista in “Storia di un matrimonio”), Gaby Hoffmann, Michiel Huisman, Charles Baker.





MEDITERRANEO

Celeberrimo film, diretto da Gabriele Salvatores, con Diego Abatantuono, Giuseppe Cerdena e Claudio Bigagli, racconta la storia, ambientata durante la Seconda Guerra Mondiale, di un gruppo di soldati che, stremati dai combattimenti, finisce su un'idilliaca isola greca, e dopo aver ottenuto la fiducia della popolazione entra a far parte della comunità.

Tra gli innumerevoli riconoscimenti ricevuti da questo film, c'è anche il premio Oscar come Miglior Film Straniero.





OGNI COSA È ILLUMINATA

Anche in questo caso vi consigliamo la trasposizione cinematografica di una storia vera, quella di Jonathan Safran Foer (interpretato da Elijah Wood), giovane ragazzo ebreo che si mette in viaggio alla ricerca dell'uomo che sessant'anni prima ha salvato la vita a suo nonno, nascondendolo da uno dei raid nazisti.

Commedia drammatica e intelligente, opera prima del regista e attore Liev Schreiber (ve lo ricorderete per il ruolo di Victor Creed, fratello cattivo di Wolverine in “X-man, le origini”), che vede tra i protagonisti anche Eugene Hütz, cantante dei Gogol Bordello.





IL TRENO PER DARJEELING

Commedia dalle sfumature drammatiche, diretta da Wes Anderson, ambientata in India e che racconta la storia di tre fratelli che, dopo non essersi parlati per anni, intraprendono un viaggio in treno per riallacciare i legami di un tempo.

Con Adrien Brody, Owen Wilson e Jason Schwarzman.





I DIARI DELLA MOTOCICLETTA

Biopic diretta da Walter Salles , racconta l'avventura di due giovani studenti universitari, Alberto Granado ed Ernesto Guevara i quali, nel 1952, partono per un viaggio in moto lungo il continente latinoamericano. Quella che doveva essere un'avventura giovanile si trasforma in una forte presa di coscienza sulla condizione in cui versa la popolazione indigena. Quel viaggio cambierà nel profondo i due uomini. Uno di loro diventerà il mitico "Che" mentre l'altro, sarà per lungo tempo medico a Cuba.

Con Gael García Bernal e Rodrigo De la Serna.





THELMA E LOUISE

Super Cult di cui si potrebbe raccontare tanto, ma per il quale ogni parola sarebbe superflua. Cast eccezionale, con Susan Sarandon, Geena Davis e Brad Pitt, racconta la vicenda di due casalinghe vittime delle proprie vite decidono di partire per una vacanza che si trasformerà nella più grande e tragica avventura della loro esistenza.

Dirige l'orchestra il maestro Ridley Scott e si porta a casa il premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura originale, nel 1992.





IL SIGNORE DEGLI ANELLI (la trilogia)

17 Oscar complessivi, una pietra miliare nella storia del cinema, forse una vera e propria crepa. Colossal epico e fantasy allo stesso tempo, trasposizione cinematografica, dell'omonimo libro scritto dall'immenso Tolkien, diretta da Peter Jackson, racconta una storia piena di forza e umanità. La trama immaginiamo la conosciate, ma se ancora non è così, questo è il momento giusto per una di quelle storie che fanno bene all'anima, perché “c'è del buono in questo mondo, ed è giusto combattere per questo”.





Liberiamo la mente, lasciamo andare i pensieri cullandoci con le storie che hanno fatto del viaggio il cuore del loro racconto. Buona visione.