• Andaras Film Festival

21 Documentari di Viaggio per Scoprire il Mondo

Il tempo è uno strano concetto, qualcosa che si sente, si avverte. È un bene prezioso, ma in questo periodo di quarantena, certe volte sembra non passare, come un qualcosa che ci si incolla addosso, rallentandoci i movimenti e il pensiero.

Tanti di noi si trovano tra le mura domestiche, ad aspettare che passi un altro giorno, e a cercare di tenere alto lo spirito, ed ecco che noi dell'Andaras Traveling Film Festival abbiamo voluto fare una piccola lista dei documentari legati al viaggio, con la speranza che possano rappresentare per noi e per voi, una piccola boccata d'aria, e una fonte d'ispirazione per la vita che verrà. Non si tratta di una classifica, ma di un elenco delle opere per noi significative, soprattutto in questo particolare momento storico.

Tra i tanti film documentari ai quali siamo affezionati, ne abbiamo scelti 21 con la speranza che possano tenervi compagnia in questi giorni da passare in casa.


IL SALE DELLA TERRA

Co-diretto da Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado, questo straordinario documentario ripercorre l'intensa e potente opera del fotografo Sebastião Salgado, che con il suo lavoro ha documentato la bellezza del pianeta e gli orrori che hanno mutato per sempre quella umana.

Un film lirico, una grande riflessione sull'essenza dell'uomo e il potere della fotografia.



SUGAR MAN

Dopo una serie di concerti di scarsissimo successo, il cantautore statunitense Sixto Rodriguez sparisce nel nulla. A sua insaputa, però, diventa famoso nel Sud Africa dell'apartheid, nella quale il suo primo disco diventa un cult. A distanza di anni, due suoi fan iniziano una lunga indagine alla ricerca delle vere radici del loro mito, del quale negli Stati Uniti nessuno sa nulla e che si crede essere morto in seguito a un suicidio, dopo uno dei tanti concerti fallimentari.

Sugar Man è un inno al potere del sogno, una storia talmente assurda da portare, poi, alla vittoria del premio Oscar come miglior documentario.



SAMSARA

Samsara è una parola sanscrita che indica “l'infinito girare della ruota della vita”. In questa opera dall'immenso impatto visivo, il regista Ron Fricke, ci racconta l'essenza profonda dell'umanità e il contrasto con l'epoca moderna. È un film che tocca le corde profonde dell'anima, in cui la totale assenza di parole ci costringe a lasciar parlare il nostro io interiore.



FREE SOLO

Lo scalatore professionista Alex Honnold tenta di conquistare in free solo, cioè senza nessun tipo di assicurazione, la celeberrima parete verticale di El Captain, nello Yosemite National Park, uno strapiombo di 900 metri. Un film per gli amanti degli sport estremi e per chi ha bisogno di una bella scarica di adrenalina.

Diretto da Jimmy Chin e Elizabeth Chai Vasarhelyi



ANTROPOCENE – L'epoca Umana

Tre cineasti seguono il viaggio di un gruppo internazionale di ricercatori impegnati in uno studio sui cambiamenti climatici e ambientali in atto negli ultimi secoli, allo scopo di documentare l'impatto degli esseri umani sul pianeta. Un film dal forte impatto visivo ed emotivo.

Diretto da Edward Burtynsky, Jennifer Baichwal, Nicholas de Piencier.


TI PORTO IO

La storia della straordinaria avventura di Patrick e Justin e della loro grande amicizia. Justin è costretto a vivere su una sedia a rotelle e Patrick accetta di accompagnarlo per tutti gli 800km del cammino di Santiago.

Un grande omaggio all'amicizia e al grande valore della vita.



VISAGES, VILLAGES

Mentre l'artista urbano JR e la regista belga Agnès Varda viaggiano nel cuore della Francia rurale, vedono nascere un'amicizia insolita e feconda.

Un film sul potere dell'arte e sul valore delle piccole cose.



GRIZZLY MAN

Werner Herzog ci racconta l'incredibile storia di Timothy Treadwell, un'attivista per i diritti degli animali, che ha vissuto a contatto con gli orsi del parco nazionale d'Alaska per tredici anni, fino al tragico incidente che nel 2003 nel quale, assieme alla sua compagna Amie Huguenard, è stato sbranato da un orso estraneo al branco.



M.I.A. - la cattiva ragazza della musica

Figlia di Adular, leader delle Tigri Tamil, resistenza armata che combatte l'esercito governativo dello Sri Lanka, nel 1985 Mathangi Arulpragasam, scappa dalla guerra civile e trova rifugio a Londra, dove si affermerà a livello mondiale con il nome di M.I.A.



FUOCOAMMARE

Il pluripremiato film di Gianfranco Rosi, il quale racconta la vita sull'isola di Lampedusa e la tragedia delle migrazioni, attraverso la storia di Samuele, e la sua vita tra la scuola, la pesca e la caccia agli uccelli armato della sua fionda. Fuocoammare è un film intenso e travolgente, crudo e mai banale.



Leggi anche: 15 Film per Viaggiare anche Restando a Casa

HUMAN

Meraviglioso intreccio della vita di centinaia di persone comuni di tutto il mondo. Film capace di portare alla luce la complessità e le contraddizioni della razza umana.

Diretto da Yann Arthus-Bertrand.



ALLA RICERCA DI VIVIAN MAIER

In procinto di scrivere un libro sulla storia di un quartiere di Chicago, John Maloof acquista una valigia piena di negativi non ancora sviluppati, sperando che possa esserci del materiale utile per il suo libro. Quella che scopre, invece, è una delle più incredibili collezioni fotografiche del XX secolo. Tra le mani, infatti, John ha gli scatti di Vivian Maier, una donna che lavorò come bambinaia per tutta la vita e che aveva tenuto nascosto il suo talento. Grazie a questo ritrovamento si è rivelata una delle più grandi fotografe del Novecento.



L'INCUBO DI DARWIN

Film denso e crudo. Negli anni '60, nel Lago Vittoria, in Tanzania, viene immesso il pesce persico, il quale, rapidamente distrugge l'ecosistema interno. In poco tempo, però, fiorisce una nuova economia, legata alla pesca del pesce destinato alle tavole europee. I rifiuti della lavorazione del pesce vanno ai locali, i quali li mangiano dopo averli fritti. Non è tutto, però. Assieme a una nuova povertà, in Tanzania arrivano anche le armi destinate alle guerre africane, trasportate dagli aerei che arrivano per caricare poi il pesce.

È un documentario estremo e toccante, che porta la firma di Hubert Sauper.



WESTERN STARS

Per viaggiare con la musica. Documentario diretto da Bruce Springsteen e Thom Zimny, mette in scena un'esibizione fatta dal Boss, assieme ad un'orchestra, nel fienile della sua casa. Il film non è solo la ripresa di un concerto, ma anche un viaggio nella vita del cantautore americano, nei suoi ricordi, nella solitudine, nell'amore per la famiglia e in tutto ciò che ha riempito le canzoni del mito.


TERRA MADRE

Il maestro Ermanno Olmi segue gli ultimi tre incontri dell'evento Terra Madre, per il quale arrivano da ogni parte del mondo persone che la terra la amano e la rispettano veramente. Accompagnando poi a casa alcuni dei protagonisti, il regista si interroga sull'ingiustizia della contemporaneità e su come il Dio Mercato stia progressivamente distruggendo il rapporto che gli esseri umani avevano instaurato con il pianeta.

Un documentario sincero che fa esplodere tutta la poetica di un grande maestro del cinema.


SEI VIE PER SANTIAGO

La documentarista Lydia Smith segue il percorso di un gruppo di persone che percorre il cammino che porta alla città di Santiago de Compostela, in Spagna. Attraverso questo racconto, la regista ci vuole comunicare che non esiste un solo modo di vivere la vita, ma ogni persona ha un passo differente nell'affrontare le salite e le discese del proprio cammino.


IL PIANETA IN MARE

Il regista Andrea Segre ci porta a Marghera per raccontare in modo nitido ed empatico una realtà quasi metafisica, irreale ed astratta, per darci la possibilità di riflettere sul rapporto tra il paesaggio urbano e l'essenza umana.


BARAKA

È il secondo film che vi proponiamo di Ron Fricke, il primo in ordine cronologico (1992). Utilizzando lo stesso linguaggio che userà più avanti anche per “Samsara”, il regista ci conduce in un viaggio ancestrale attraverso volti e luoghi, facendo delle immagini una corrente ipnotica in grado di indagare questo nostro pianeta e restituendone un “un trattato etnografico per icone, un documento sulla diversificazione della razza umana, sulle sue attitudini, sulle sue primordiali pulsioni spirituali. Un’analisi sull’ambiente naturale che l’uomo modifica, stravolge, ingloba nelle sue frenetiche attività.”


THE LOOK OF SILENCE

Film di Joshua Oppenheimer, in concorso alla 71° Mostra del Cinema di Venezia. In questa pellicola, realizzata subito dopo le riprese del capolavoro “The Act of Killing”, il regista continua a indagare su uno dei più sanguinosi genocidi della storia, quello ad opera del generale Suharto nei confronti di oltre un milione di persone tra comunisti, minoranze etniche e oppositori politici.

In questo racconto il regista porta Adi, la protagonista, a confrontarsi con i responsabili di quegli atroci delitti, in un viaggio alla ricerca della verità.


LA NAVE DOLCE

Nel 1991, nel porto di Bari, una nave battente bandiera albanese fa sbarcare più di diciottomila profughi alla ricerca di una vita migliore rispetto a quella che si lasciavano alle spalle. Il regista Daniele Vicari, noto per aver firmato “DIAZ – non pulire questo sangue”, ci aiuta a comprendere le radici dei flussi migratori, attraverso filmati d'epoca e interviste a personaggi che in Italia si sono integrati e affermati.


BEFORE THE FLOOD – Punto di non ritorno

Leonardo DiCaprio, si incontra con attivisti e scienziati di tutto il mondo per discutere e trovare soluzioni relative al problema del cambiamento climatico.


Buona visione.


Se ti è piaciuta questa lista, leggi anche 15 Film per Viaggiare anche Restando a Casa.

  • Nero Twitter Icon
  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon

© 2020 Andaras Film Festival